italian
 
live
  Ascolta e acquista l'EP su
bandcamp

The Colours Seen From Behind e' lo pseudonimo scelto da Mauro Costagli per rappresentare la propria produzione artistica, svolta in parallelo all'attivita' di etichetta discografica (OuZeL recordings) e agli altri progetti musicali in cui e' coinvolto. Mauro compone e suona usando questo pseudonimo dal 1999, quando la CVR (tape-label di culto che negli anni '90 e primi anni 2000 ha prodotto i lavori di ONQ, Cefodie, Burt Reynols Ensemble, Priscilla e molti altri) fece uscire la sua prima cassettina C46 con undici brani, a cui poi fece seguito nel 2002 uno split con i Morose per l'etichetta inglese Bliss, e da una serie di apparizioni su compilation sia in Italia (per OuZeL, Under My Bed) che all'estero (Dhyana, Germania; Bliss, U.K.; Fighting Godzilla, U.S.A.).

Sin dalla sua nascita, The Colours Seen From Behind e' stato un progetto di secondo piano limitato esclusivamente alla composizione e alla registrazione casalinga di brani mai presentati dal vivo, fino ad essere (temporaneamente) sospeso nell'estate del 2004 quando Mauro ha interrotto ogni sua attivita' musicale per trasferirsi in Giappone e dedicarsi esclusivamente alla propria carriera lavorativa, che nulla ha a che vedere con l'indierock (maggiori dettagli qui).

E' proprio in un piccolo locale di Tokyo che tre anni dopo, nel 2007, dopo essere entrato nel circuito della musica dal vivo nella capitale nipponica in veste di bassista della band Sugran, Mauro ha proposto dal vivo per la prima volta tre pezzi de The Colours Seen From Behind. L'esperienza e' stata positiva, e dopo un'altra breve esibizione da solo (chitarra e voce) il progetto si e' trasformato prima in un duo (con l'amico expat Benjamin Staude alla chitarra) e poi in una band vera e propria grazie a Tsuyoshi Yamanoi (batteria) e Sohei Ishii (che per l'occasione ha imbracciato il basso), entrambi membri dei Sugran. Dopo un anno di attivita', il gruppo subisce svariati stravolgimenti di formazione dovuti al rientro di Ben in Germania e ai crescenti impegni dal vivo di Tsuyoshi e Sohei con il loro gruppo, ma Mauro fa di necessita' virtu', e continua a proporre dal vivo The Colours Seen from Behind con nuovi amici musicisti, riarrangiando ogni volta i brani in scaletta e adattandoli alla presenza / assenza di strumenti diversi, spaziando da concerti in formazione tipicamente rock a situazioni semiacustiche accompagnato da armonica, violoncello e cajon.

Dopo il suo ritorno in pianta stabile in Italia nel 2011, Mauro ha registrato quattro pezzi de The Colours Seen From Behind che hanno visto la luce sotto forma di un CD-EP intitolato Take to the Ocean and Hit the Sun, uscito il 20 Dicembre 2012 a cura di OuZeL e Under My Bed recordings.

*****

Formazione attuale:

Mauro Costagli - voce e chitarra
Simona Motta - violoncello
Alessandro Zangani - basso
Sebastiano Rossi - chitarre
Michele Truglio - batteria

Alessandro e Sebastiano suonano anche nei Do Nascimiento e June Miller. Simona e' la violoncellista degli Uncomfortable Cigarettes e ha partecipato alle registrazioni dei primi due album dei Morose e del nuovo dei June Miller.
Mauro e' anche batterista dei Lo-Fi Sucks! (dal 2002 al 2004 e dal 2011 ad oggi) e ha suonato con Morose (1998-2004) e Uncomfortable Cigarettes (2011-2012).

 

"Seattle" dal vivo al programma radiofonico Riserva Indie (2014):

 

"The Blue Formation" live @ CSOA Buridda / Genova (2012):

 

tcsfb01
Live @ 12bunch / Yokohama / Giappone (2011)

 

Ascolta e acquista l'EP su:
bandcamp

... oppure ascolta i 4 brani dell'EP e 2 tracce dal vivo
su SoundCloud

 

 

Torna alla pagina principale