italian
 
live
   

La Bygone Era è il “nuovo disco vecchio” dei Morose: una raccolta di reperti di archeologia musicale relativi al periodo 1998-2004, cioè dal giorno della fondazione del gruppo (che coincide non solo con la registrazione del primo brano incluso in questo disco, ma anche con la nascita di OuZeL recordings) fino al 2004, quando le strade di OuZeL e Morose, che fino allora avevano proceduto simbioticamente, si sono separate.

E separate sono rimaste per 10 anni, fino ad oggi.
Ogni aspetto di questa raccolta è stato curato dal nucleo fondatore dei Morose: Davide Landini (tutt’oggi voce e chitarra del gruppo), Michele Angelotti (oggi negli Slim River Boys) e Mauro Costagli (OuZeL Rec ed ex Lo-fi Sucks!).

I musicisti che nel periodo ‘98/’04 hanno preso parte al progetto Morose sono in totale 10, e ognuno fa la sua comparsa in almeno una delle tracce de La Bygone Era. Sono stati inclusi i brani più riusciti dai primi EP su CD-r all’album di esordio La Mia Ragazza Mi Ha Lasciato, passando per due estratti del rarissimo 7-pollici del 2001, un’inedita traccia dal vivo, e i migliori contributi originali registrati per diverse compilation. Un remake di un vecchio brano, che non trovò mai posto altrove, è stato riregistrato quest’anno appositamente per chiudere il disco.

Il CD, in confezione cartonata arricchita dai disegni di Riccardo Tedoldi, puo' essere ascoltato e/o acquistato qui:

Il progetto Morose prende vita nell’Agosto ’98. La prima uscita di rilievo e’ l’EP “Love is a Swindle”, pubblicato su vinile 7’’ dall’etichetta statunitense Try Not To Look, al quale nel 2003 ha fatto seguito il primo album “La Mia Ragazza Mi Ha Lasciato”, che riceve un ottimo riscontro sulla stampa nazionale: la musica dei Morose viene descritta come "canzone d’autore low-fi" (Rumore), “di una genuinità assoluta e bellezza conturbante” (Blow Up).
Il suono del gruppo, inizialmente riconducibile a band come Sebadoh e Black Heart Procession, poi progressivamente più vicino ad atmosfere in stile Labradford, Current 93 e Popol Vuh, si fa sempre più personale, lirico e desolato, passando da “People have ceased to ask me about you” (2005) e “On the back of each day” (2006), al quarto disco intitolato “La vedova d’un uomo vivo” (2009), che segna il passaggio al cantato in italiano, e le cui influenze più evidenti sono soprattutto di matrice letteraria.
Le ultime registrazioni, “Dell’amore e dei suoi fallimenti”, sono uscite nel 2013 per la serie 5 pezzi facili curata da Under My Bed.

Vai alla pagina del gruppo: moroseismorose.blogspot.it

Torna alla pagina principale


Discografia (selezione)

Anno: 1998
Titolo: -
Etichetta: OuZeL (Italia)
Note: EP su musicassetta

lfs2011
Anno: 2000
Titolo: Lifespace at a given moment
Etichetta: OuZeL (Italia)
Note: EP su CD-r
lfs2011
Anno: 2001
Titolo: Best regards from Hungary
Etichetta: OuZeL (Italia)
Note: EP su CD-r
lfs2011
Anno: 2001
Titolo: Love is a swindle
Etichetta: Try not to look (USA)
Note: EP su 7''
lfs2011
Anno: 2002
Titolo: The worst of
Etichetta: Bliss (Regno Unito)
Note: EP split con The colours seen from behind, musicassetta
lfs2011
Anno: 2003
Titolo: I am vertical
Etichetta: Under my bed (Italia)
Note: split CD-r
lfs2011
Anno: 2003
Titolo: La mia ragazza mi ha lasciato
Etichette: Cane Andaluso, OuZeL, Under my bed (Italia)
Note: Primo album, CD
disponibile qui
lfs2011
Anno: 2005
Titolo: People have ceased to ask me about you
Etichetta: Suiteside (Italia)
Note: Secondo album, CD
lfs2011
Anno: 2006
Titolo: On the back of each day
Etichetta: Suiteside (Italia)
Note: Terzo album, CD
lfs2011
Anno: 2009
Titolo: La vedova d'un uomo vivo
Etichette: Ribess, Boring Machines (Italia), Travelling Music (Francia)
Note: Quarto album, CD
lfs2011
Anno: 2013
Titolo: Dell'amore e dei suoi fallimenti
Etichetta: Under my bed (Italia)
Note: CD-r, split con Campofame
lfs2011